One hundredth on a second | a shortfilms by Susan Jacobs

And the winner is….
C’è un vincitore? Ed in un conflitto a fuoco c’è qualcuno che vince?
Kate si, ha vinto, a differenza di molti popoli che in una guerra perdono a prescindere.
Un premio dunque.
E’ questo l’incipit del film. Un riconoscimento importante, a giudicare dalle prime inquadrature. Eppure c’è un velo di malinconia e tristezza, che pesa come un macigno nel cuore della protagonista.
Paillettes, smoking e abiti da gran soire vestono sorrisi intellettuali, ghigni e strette di mano si alternano in salotti composti da red carpet.
Intuiamo ben presto che si tratta di un premio di fotografia, il più ambito per i reporter di guerra.
Ecco che in potentissimi flashback, ripercorriamo la storia di questa fotoreporter da prima linea, la seguiamo in questa folle caccia alla foto della “vita”, spiamo con lei oltre i vicoli di una città martoriata dal conflitto, schiviamo le pallottole fino a posare i nostri occhi, come i suoi, su una bimba. Una innocente indifesa che vuole solo tornare a casa.
Lo scatto da “best prize” è bello che servito. Ma a quale prezzo?

Lo scoprirete vedendo il cortometraggio e magari, lontano dagli echi di una guerra che ci appare lontana, l’amaro in bocca dello straziante finale, ci serva a farci riflettere.

Per saperne di più: Susan Jacobson

one_hundred_on_a_second

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...